Responsabili, Redazione, Gestione Sito e Opac

Egle Lucente, Anna Nucci

 

Biblioteca Diocesana/Biblioteca dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose "S. Francesco di Sales"

Ingresso biblioteca
Ingresso biblioteca

Biblioteca Diocesana/Biblioteca Diocesana /Biblioteca ISSR c/o "Palacultura Giovanni Paolo II"
Via Rossini, 188
87036 Rende (CS)

Tel/Fax 0984-837026
e-mail: info@issr-cs.it
Responsabile Don Francesco Iaquinta.

L'ISSR-CS fin dalla sua istituzione - avvenuta nell'anno 1963 - si era dotato di una sufficiente biblioteca, arricchita  costantemente da volumi acquistati con fondi propri e donazioni da parte di benefattori. Da tale nucleo, con l'azione energetica di S. Ecc.za Mons. Salvatore Nunnari, si è realizzato un vero e proprio Polo Bibliotecario, costituito da una raccolta ordinata di testi, riviste ed opere. Con decreto del Presidente della Regione Calabria n. 379 del 12 aprile 1989, la Biblioteca viene riconosciuta, diventa cioè Biblioteca d'interesse locale. Nel 1995 è poi inserita nella prima attuazione del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN, codice CS041).

Attualmente il Fondo storico della Biblioteca è collocato nell'Aula Magna dell'ISSR nella sede sita in via Rossini a Rende; sono patrimonio dell'ISSR anche preziose Cinquecentine. Dal 2005 la gran parte del patrimonio librario è conservato nelle scaffalature metalliche mobili che consentono una ricerca diretta sui volumi, raggruppati nelle seguenti sezioni tematiche: Agiografia, Arte, Catechetica, Comunicazione sociale, Diritto Canonico, Dizionari, Ecclesiologia, Enciclopedie, Filosofia, Insegnamento della Religione, Letteratura Italiana, Lingue e Letterature Classiche, Lingue e Letterature Straniere, Liturgia, Magistero, Mariologia, Patristica, Pedagogia, Politica, Psicologia, Sacra Scrittura, Sociologia, Spiritualità, Storia dei Papi, Storia della Chiesa in Calabria, Storia della Chiesa, Storia delle religioni, Storia, Teologia dogmatica, Teologia morale, Teologia pastorale, Teologia Trinitaria.

Nella Sala di consultazione, personale qualificato facilita la fruizione dei testi, mentre molte riviste scientifiche di carattere teologico-religioso sono, invece, consultabili liberamente. Se da una parte alcune riviste sono acquistate in modo mirato per facilitare le ricerche di seminaristi e studenti dell'ISSR, dall'altra molte sono frutto di scambio con gli altri ISSR. Ciò denota il rapporto di collaborazione e di comunione di intenti tra i vari Istituti sparsi sul territorio nazionale nel voler crescere insieme culturalmente nel sostegno reciproco e fortemente sostenuto dall'Arcivescovo Metropolita S. Ecc.za Mons. Salvatore Nunnari.

La ricerca bibliografica può essere compiuta sullo schedario cartaceo e su quello informatico; oltre a ciò il computer consente anche il collegamento in Internet utilizzabile sia per consultare il Servizio Bibliotecario Nazionale, sia i numerosissimi siti disponibili in rete. Il patrimonio librario è costituito da circa 11.000 volumi e 70 tipologie di riviste; al suo interno vi sono 49 collane, quasi tutte complete, che forniscono un valido sussidio per approfondimenti e ricerche. Nell'Aula Magna dell'ISSR-CS è presente anche la storica Biblioteca Arcivescovile del Seminario Cosentino (con oltre 15.000 volumi dal '500 in poi già catalogati) e la recente Biblioteca dell'Istituto Filosofico Teologico Redemptoris Custos, la cui catalogazione è in corso e che, attualmente raggiunge più di 30.000 volumi. Questa vicinanza tra i vari fondi bibliotecari è stata fortemente voluta dall'Arcivescovo Metropolita S. Ecc.za Mons. Salvatore Nunnari per favorire la ricerca scientifica di studenti e professori. In modo ufficiale nel 2009, l'Arcivescovo Metropolita S. Ecc.za Mons. Salvatore Nunnari dà vita a questo Polo Bibliotecario, allocandolo nell'attuale sede. In tale Polo confluiscono il fondo antico della Biblioteca Arcivescovile, i libri del Seminario Arcivescovile e quelli dell'ISSR-CS, sicchè "Le tre masse di libri formano, attualmente, un patrimonio di 60.000 volumi, la cui proprietà resta delle istituzioni di provenienza, ma la loro fruibilità è comune e condivisa (...). Dal punto di vista della gestione, compete ai tre Direttori, ognuno per il proprio ambito. dal punto di vista amministrativo, il Polo Bibliotecario si configura nel seguente modo: la Biblioteca Arcivescovile è di proprietà dell'Ente Diocesi, unitamente a quella dell'ISSR (in quanto mancante di personalità giuridica, tanto che agisce con la stessa PI e CF dell'Ente Diocesi), mentre il Seminario Arcivescovile, essendo un Ente Ecclesiastico, civilmente riconosciuto, ha la piena proprietà del suo patrimonio librario. Da pochi anni, opera l'Istituto Teologico Cosentino, esclusivamente per la formazione dei seminaristi, il quale, essendo un'opera del Seminario Arcivescovile, manca di personalità giuridica. Cosicchè, allo stato due sono gli Enti, Arcidiocesi e Seminario, tre le Istituzioni, che a diverso titolo agiscono nel Polo Bibliotecario".

Scarica QUI il Regolamento della Biblioteca