Scheda dettagliata

 
 
Scheda: 1

Livello bibliografico Monografia
Tipo documento Testo a stampa
Autore principale Burney, Christopher
Titolo Cella d'isolamento / Christopher Burney ; traduzione di F. Bovoli
Pubblicazione Milano! : A. Mondadori, 1974
Descrizione fisica XVIII, 182 p. ; 19 cm .
Collezione Oscar ; 566
Sommario,abstract
· L’ultima guerra, per aver prodotto condizioni inaudite di vita e di morte, ha anche rivelato, come contraccolpo, forme nuove dell’umano, facilmente riconoscibili, perfino troppo omogenee se nella massa immensa di memorie, cronache, diari che da quegli anni ci vengono, raramente accade che il peso dei fatti non finisca per imprimere sulla persona che racconta il marchio del risentimento, e che una voce si levi al di sopra della paura, del sangue e delle sterili rivendicazioni. Tra le poche eccezioni, quasi tutte ben note al pubblico italiano, ve n’è una che, forse per l’estrema, britannica discrezione che la caratterizza, ci è ancora sconosciuta: è il caso di Christopher Burney, eroe dissimulato, solitario per elezione, che durante la guerra incontrò nella sua sventura un’esperienza decisiva, a cui questo libro, pubblicato per la prima volta sette anni dopo la fine del conflitto, è dedicato. Lanciato col paracadute in Francia nel 1942 per stabilire contatti con elementi della Resistenza, Burney venne arrestato poco dopo e rinchiuso per diciotto mesi a Fresnes, in cella d’isolamento, da cui uscì soltanto per un paio d’interrogatori. Sarà poi deportato a Buchenwald, «l’affollato, rumoroso, disgustoso opposto» della cella di Fresnes, ma di questo periodo l’autore non ci parlerà.
Titolo uniforme
Numeri
· [BNI] 755357
Nomi
· [Traduttore] Bovoli, F.
Luogo normalizzato IT Milano
Lingua di pubblicazione ITALIANO
Paese di pubblicazione ITALIA
Codice identificativo SBL0570065

Biblioteca Consistenza della collocazione Collocazione Inventario Note all'inventario Tipo di fruizione
Biblioteca dell’Associazione Artisti nel Tempo   NARR. 336 000002477 1 v.  tutti i servizi